Relazione di: Jacopo Leone

Allenatore UEFA B, UEFA C, Viceallenatore Under 17 Nazionale U.S. Salernitana 1919

All’Olimpico si sfidano la Roma con il miglior attacco interno contro la Juve che registra la migliore difesa esterna. Con Di Francesco i giallorossi hanno siglato 30 reti in 12 gare con una media di 2,5 a partita, con l’avvento di Ranieri ci sono stati 9 gol in 5 partite con una media di 1,8. Gli uomini di Allegri d’altra parte hanno subito 13 gol in 17 incontri disputati fuori dalle mura amiche, con una media di 0,76 gol a partita. In ben otto incontri i bianconeri sono usciti senza subire neanche un gol. Juventus (23 reti) e Roma (22) sono le due formazioni che hanno segnato maggiormente su calcio piazzato nella Serie A in corso. La Juventus ha vinto solo una delle ultime sei partite giocate in tutte le competizioni (3N, 2P).

In tutta la partita la Roma ha lasciato il pallino del gioco in mano alla formazione bianconera, come si evince dal possesso palla finale (Roma 36,4% – Juventus 63,6%). La compagine di Ranieri si rintanava sotto la linea della palla abbassando i suoi esterni alti El Shaarawy e Kluivert.

La Juventus in fase difensiva si schierava con un 1-4-4-2

In fase offensiva Spinazzola sulla sinistra si alzava sfruttando le proprie caratteristiche, Matuidi invece entrava dentro al campo diventando interno sinistro di un centrocampo a tre, trasformando il modulo in un 1-3-5-2

Vediamo come la Juve in fase di costruzione da dietro costruisce come una difesa a quattro, allarga i due centrali, De Sciglio e Spinazzola salgono, Pjanic si abbassa tra i due centrali e riceve palla.

Il bosniaco verticalizza immediatamente cercando la giocata a muro verso Ronaldo che serve Matuidi, con Emre Can che attacca lo spazio.

La Roma salendo alta in pressione viene aggirata, Matuidi serve Emre Can che si inserisce tra dei due centrali Manolas e Fazio con Nzonzi che non fa da scudo e si fa imbucare.

Emre Can entra in area e serve Cuadrado che a colpo sicuro calcia ma Mirante fa un miracolo.

Il primo gol della Roma arriva dopo che Chiellini cerca Spinazzola. L’esterno bianconero viene anticipato da Under che serve subito Florenzi.

Il capitano giallorosso chiede lo scambio rapido con Dzeko che sfrutta il buco centrale per servirlo.

Florenzi scava la palla e batte Szczesny in uscita.

La Roma batte 2-0 la Juventus all’Olimpico con gol di Florenzi e Dzeko nel finale e resta in corsa per l’Europa che conta affiancando il Milan al quinto posto a 62 punti in classifica